Valentino

Tutti gli articoli con tag Valentino

Novità in città…

Pubblicato 14 giugno 2013 da libera11

image

E bene sì… via Sparano si aggiudica un altro fashion luxury brand con l’apertura di Prada.
Anche a Bari sta nascendo il quartiere della moda come a Roma e Milano, ma, come diceva una canzone: “it’s a long way”…per il momento siamo ben lungi da un quadrilatero e dobbiamo accontentarci delle nostre “parallele” (via Sparano e via Argiro) in cui presenziano, oltre che la new entry Prada, alcune tra le più grandi maisons tra cui Louis Vuitton, Gucci, Trussardi, Emporio Armani, Valentino, Max Mara…
Chi manca all’appello? Direi decisamente Dior, Fendi, ma anche Burbarry e l’intramontabile Ferragamo (che a Bari in passato ha già avuto una sede), senza dimenticare grandi marchi “preziosi” del rango di Tiffany, Bulgari, Cartier o orafi del calibro di Buccellato.
Cosa aspettarsi e sperare?
Che Bari nel giro di qualche anno possa avere il proprio fashion district e magari possa diventare, o tornare ad essere (secondo quanto qualcuno dice), la capitale della moda del Sud.
Chi vivrà vedrà…
Happy life! 😉

Annunci

Primavera /Estate 2013: Borchie in evoluzione

Pubblicato 4 maggio 2013 da libera11

Borchie

Ormai da un paio di anni la moda heavy metal, dark, punk regala alle passerelle lo scintillio delle borchie.

Dopo un inverno all’insegna di uno stile aggressivo ma chic rallegrato dai giochi di luci che queste decorazioni, tipiche degli anni 80, indipendentemente dall’essere piatte, bombate o a punta (le così dette spike), tonde, squadrate o esagonali, piuttosto che oro, argento, bronzo, hanno donato ad abiti e accessori; la primavera e l’estate vedono ancora proseguire questo trend su borse, scarpe ed accessori.

Questa volta si tratta però di un qualcosa di diverso…borchie multicolor tempestano la nuova collezione Fendi ormai molto simile ad una costruzione Lego; la collezione primavera/estate di Mia bag vede le borse di tela riempirsi di teschietti, cuori e stelline; Pinko le affianca ai colori pastello. Spiritose sono le Converse mimetiche con borchie sul retro, ma anche quelle fondo bianco costellate di borchiette colorate ad anello sui lati.

Assolutamente imperdibile la collezione Rockstud del re indiscusso dell’eleganza, Valentino, che per la primavera/estate 2013 presenta bags in vitello dagli allegri colori estivi con borchie platino sul perimetro (favolose nei colori verde e fuxia) o tinta su tinta che ne ricoprono totalmente la parte anteriore; ma la trasgressione della maison prosegue anche con scarpe, sandali ed accessori, tra cui i bracciali very cool che hanno spopolato lo scorso inverno e che per la stagione calda cambiano colore per essere in pendant con le bags ed i sandali.

Insomma le borchie, tornate prepotenemente sulle passerelle, continuano ad evolversi, restando ben salde alla loro anima rock e nn lasciano il passo a perline e strass come si immaginava…ce n’è una per tutti i gusti… voi quale preferite?

Be “on trend” 😉

•••

For a couple of years the fashion heavy metal, dark, punk gives the catwalks the sparkle of the studs.

After a winter full of an aggressive style but chic welcomed by the play of light that these decorations, typical of the 80s, regardless of being flat, rounded or pointed (the so-called spikes), round, square or hexagonal, rather than gold, silver, bronze, donated apparel and accessories; spring and summer can still see this trend continue on bags, shoes and accessories.

This time, but this is something different … multicolor studded studs the new Fendi collection now very similar to a Lego construction, the spring / summer collection of Mia sees the bag canvas bags filled with skulls, hearts and stars; Pinko supports them to pastel colors. Spirits are the Converse camouflage with studs on the back, but also white colored ring studded with studs on the sides.

Absolutely unmissable collection Rockstud the undisputed king of elegance, Valentino, for spring / summer 2013 collection presents bags calfskin from bright summer colors with platinum studs on the perimeter (fabulous in green and fuchsia) or tint of color that completely cover the front, but the transgression of the house continues with shoes, sandals and accessories, including the very cool bracelets that have depopulated last winter and that for the hot season change color to be in pendant with bags and sandals.

In short, the studs, prepotenemente back on the catwalks, continue to evolve, remaining firmly to their soul and rock nn give way to beads and rhinestones as you imagined … there is one for every taste … which you prefer?

Be “on trend” 😉

Autunno-Inverno 2012/2013: ANIMALIER

Pubblicato 9 novembre 2012 da libera11

Scarpe Alberto Guardiani

Con il termine “Animalier” venivano identificati gli artisti che nel XIX secolo erano specializzati nel dipingere o scolpire, in modo alquanto realistico, gli animali. Oggi, invece, il termine Animalier racchiude il così detto maculato, ovvero leopardato, zebrato, tigrato, pitonato e via dicendo ma anche forme di raffigurazione animale.

Bag Louis Vuitton

Devo ammettere che, fino a qualche anno fa, non amavo particolarmente questa fantasia, tuttavia col tempo ho capito che la sottile e labile linea di confine tra chic e chick non dipende da cosa si indossa, ma in che modo si indossa ed associato a cosa… e, come dire, mi sono convertita anche io!

Ho, quindi, cominciato ad apprezzare gli accessori maculati: scarpe, cinte, borse, guanti e foulard che abbinati con i capi più sobri creano uno stacco e  danno un tocco femminile, seducente ed intrigante. E a mio avviso è proprio a questo tocco che non possono rinunciare gli stilisti che, periodicamente, irrompono sulle passerelle con queste fantasie esotiche.

Guanti Valentino

Dalle più prestigiose maisons alle più grandi catene di negozi low cost, per questo autunno/inverno, tutti propongono la fragranza etno-chic dell’animalier pura, colorata o mescolata ad altri materiali.

Da Valentino a Louis Vuitton e Dolce e Gabbana, da Zara ad H&M e Berska passando per Ferragamo, YSL, Max Mara, Roberto Cavalli, Moschino e Vivienne Westwood tutti gli stilisti cercano di richiamare mondi selvaggi e lontani attraverso questa intramontabile texture, perfetta sia per il giorno che per la sera.

Pashmina Mcqueen

L’Animalier, infatti, può essere declinato nella versione elegante da femme fatal, ma anche in quella casual, in base alla scelta degli abbinamenti. Tuttavia, non trattandosi di un elemento particolarmente sobrio è sempre bene non eccedere, a scanso di risultare volgari.
Quindi il mio consiglio è: NO al total look animalier, ma un SI’ deciso ad osare, a piccoli passi, con questa fantasia… pensate per esempio all’accostamento al denim… 
•••

With the term “Animalier” were identified artists that in the nineteenth century were specialized in painting or sculpting, somewhat realistic animals. Today, however, the term Animalier contains the so-called spotted or leopard, zebra, tiger, python and so on but also forms of animal representation.

I must admit that until a few years ago, I especially loved this fantasy, but over time I understood that thin and tenuous line between chic and chick does not depend on what you wear, but how you wear it and associated with it … and, you know, I converted too!

I, therefore, began to appreciate the spotted accessories: shoes, belts, bags, gloves and scarves that can be combined with the more sober leaders create a break and give a feminine, seductive and intriguing. And in my opinion is just that touch that can not give the designers who periodically break into the runway with these exotic fantasies.

The most prestigious fashion houses to larger chain stores low cost for this fall / winter, all offering the fragrance ethno-chic dell’animalier pure, colored or mixed with other materials.

Valentino, Louis Vuitton and Dolce & Gabbana, from Zara to H & M and Berska via Ferragamo, YSL, Max Mara, Roberto Cavalli, Moschino and Vivienne Westwood all designers try to draw worlds wild and far through this timeless texture, perfect for the day and the evening.

The Animalier, in fact, can be translated into elegant version femme fatal, but also in the casual, depending on the choice of matching. However, not being a particularly simple is always good not to exceed, for the avoidance of being vulgar.
So my advice is: NO to total animal print look, but YES ‘decided to dare, in small steps, with this fantasy … think, for example juxtaposition to the denim …

Gonna Zara

Piumino H&M

Bag D&G

Tronchetto Zara

Le immagini presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari e verranno rimosse in seguito a specifica richiesta.