Louis Vuitton

Tutti gli articoli con tag Louis Vuitton

Autunno-Inverno 2012/2013: ANIMALIER

Pubblicato 9 novembre 2012 da libera11

Scarpe Alberto Guardiani

Con il termine “Animalier” venivano identificati gli artisti che nel XIX secolo erano specializzati nel dipingere o scolpire, in modo alquanto realistico, gli animali. Oggi, invece, il termine Animalier racchiude il così detto maculato, ovvero leopardato, zebrato, tigrato, pitonato e via dicendo ma anche forme di raffigurazione animale.

Bag Louis Vuitton

Devo ammettere che, fino a qualche anno fa, non amavo particolarmente questa fantasia, tuttavia col tempo ho capito che la sottile e labile linea di confine tra chic e chick non dipende da cosa si indossa, ma in che modo si indossa ed associato a cosa… e, come dire, mi sono convertita anche io!

Ho, quindi, cominciato ad apprezzare gli accessori maculati: scarpe, cinte, borse, guanti e foulard che abbinati con i capi più sobri creano uno stacco e  danno un tocco femminile, seducente ed intrigante. E a mio avviso è proprio a questo tocco che non possono rinunciare gli stilisti che, periodicamente, irrompono sulle passerelle con queste fantasie esotiche.

Guanti Valentino

Dalle più prestigiose maisons alle più grandi catene di negozi low cost, per questo autunno/inverno, tutti propongono la fragranza etno-chic dell’animalier pura, colorata o mescolata ad altri materiali.

Da Valentino a Louis Vuitton e Dolce e Gabbana, da Zara ad H&M e Berska passando per Ferragamo, YSL, Max Mara, Roberto Cavalli, Moschino e Vivienne Westwood tutti gli stilisti cercano di richiamare mondi selvaggi e lontani attraverso questa intramontabile texture, perfetta sia per il giorno che per la sera.

Pashmina Mcqueen

L’Animalier, infatti, può essere declinato nella versione elegante da femme fatal, ma anche in quella casual, in base alla scelta degli abbinamenti. Tuttavia, non trattandosi di un elemento particolarmente sobrio è sempre bene non eccedere, a scanso di risultare volgari.
Quindi il mio consiglio è: NO al total look animalier, ma un SI’ deciso ad osare, a piccoli passi, con questa fantasia… pensate per esempio all’accostamento al denim… 
•••

With the term “Animalier” were identified artists that in the nineteenth century were specialized in painting or sculpting, somewhat realistic animals. Today, however, the term Animalier contains the so-called spotted or leopard, zebra, tiger, python and so on but also forms of animal representation.

I must admit that until a few years ago, I especially loved this fantasy, but over time I understood that thin and tenuous line between chic and chick does not depend on what you wear, but how you wear it and associated with it … and, you know, I converted too!

I, therefore, began to appreciate the spotted accessories: shoes, belts, bags, gloves and scarves that can be combined with the more sober leaders create a break and give a feminine, seductive and intriguing. And in my opinion is just that touch that can not give the designers who periodically break into the runway with these exotic fantasies.

The most prestigious fashion houses to larger chain stores low cost for this fall / winter, all offering the fragrance ethno-chic dell’animalier pure, colored or mixed with other materials.

Valentino, Louis Vuitton and Dolce & Gabbana, from Zara to H & M and Berska via Ferragamo, YSL, Max Mara, Roberto Cavalli, Moschino and Vivienne Westwood all designers try to draw worlds wild and far through this timeless texture, perfect for the day and the evening.

The Animalier, in fact, can be translated into elegant version femme fatal, but also in the casual, depending on the choice of matching. However, not being a particularly simple is always good not to exceed, for the avoidance of being vulgar.
So my advice is: NO to total animal print look, but YES ‘decided to dare, in small steps, with this fantasy … think, for example juxtaposition to the denim …

Gonna Zara

Piumino H&M

Bag D&G

Tronchetto Zara

Le immagini presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari e verranno rimosse in seguito a specifica richiesta.

Annunci

Autunno-Inverno 2012/2013: I POIS

Pubblicato 8 novembre 2012 da libera11

Borsa Le Pandorine

Altra tendenza vintage della moda di quest’anno sono i pois… questa fantasia che in base a dimensioni e colori può divenire più casual e allegra o più chic e raffinata periodicamente riappare sulle passerelle per poi permanervi varie stagioni. Tutto infatti è ricominciato lo scorso autunno/inverno quando Marc Jacobs, Diane Von Furstenberg e altri grandi nomi della moda internazionale li hanno riproposti nelle loro collezioni.

Yayoi Kusama per Vuitton

La primavera e l’estate 2012 ne hanno visto il pieno exploit  “forse” per merito esclusivo di Max Jacobs e della maison Vuitton che con la sua collaborazione con l’eccentrica Yayoi Kusama ha creato una  linea di abiti e accessori, che ha fatto sì che vetrine dei negozi Vuitton fossero invase da enormi tentacoli a pois  bianchi e rossi, contemporaneamente alla mostra dell’artista giapponese al Whitney Museum di New York.

Collezione Tezenis

Ed ora giunti all’autunno/inverno eccoli riapparire, sebbene in versione ridotta, sulla biancheria intima Yamamay, sull’intimo e non di Tezenis sugli abiti, giacchini e t-shirt di Twin Set, Blumarine e Oviesse, sulle morbide gonne di Armani, sulle camicie di Nara Camicie, ma non solo.

Manolo Blahnik

Ne sono colmi anche gli accessori dalle borse di H&M, Camomilla, Kotur Clutch e Sergio Rossi fino alle favolose scarpe di Manolo Blahnik, sì avete capito bene, proprio le scarpe tanto amate da Carrie di Sex and the City.

Infine vi indico ciò che più ha attirato la mia attenzione e che conto presto di acquistare… sì tratta di due accessori: le bellissime e sexy calze della nuova collezione Calzedonia nere velate con pois neri o grigie con pois bianchi ed i frizzanti braccialetti  in silicone della OPS! che con i loro cuoricini, ormai ricoperti di pois, continuano a spopolare…

Braccialetti OPS!

Collezione Calzedonia

N.B.  Attenzione ragazze, è bene che sappiate che i divertenti Pois tendono ad ingrassare la silhouette… il consiglio è quindi quello di scegliere bene colori e dimensioni e di abbinarli preferibilmente con una tinta unita 😉

Le immagini presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari e verranno rimosse in seguito a specifica richiesta.

•••

Another trend vintage fashion this year are the polka dots … this fantasy based on size and color can become more casual or more chic and cheerful and refined periodically reappears on the runway and then staying there different seasons. All is begun last fall / winter when Marc Jacobs, Diane Von Furstenberg and other big names in international fashion replicated them in their collections.

Spring and summer 2012 have seen the full exploit “maybe” for about exclusive Max Jacobs and Vuitton fashion house with his collaboration with the eccentric artist Yayoi Kusama has created a line of clothing and accessories, which has meant that Vuitton shop windows were overrun by huge tentacles with white polka dots and red, while the exhibition of the Japanese artist at the Whitney Museum in New York.

And now come the autumn / winter here they reappear, although in a reduced version, the underwear Yamamay, the intimate and not of Tezenis clothing, jackets and t-shirt Twin Set, Blumarine and Costco, the soft skirts Armani, Nara on shirts Shirts, and more.

There are also accessories from bags filled with H & M, Chamomile, Kotur clutch and Sergio Rossi to the fabulous shoes by Manolo Blahnik, yes that’s right, just the shoes so beloved by Carrie from Sex and the City.

Finally, pointing you to what most caught my attention and soon realize that buying … yes these are two accessories: the beautiful and sexy stockings of Calzedonia new collection veiled with black polka dots blacks or gray with white polka dots and sparkling bracelets silicone OPS! who with their hearts, now covered with polka dots, continue to depopulate …

!!! Attention girls, it’s good to know that the fun Pois tend to eat the silhouette … the advice is to choose the right colors and sizes and combine it with a solid color instead 😉